Viaggi a Kyoto, Giappone

Si cammina attraverso 11 secoli di storia del Giappone quando si cammina per Kyoto. La città è velocemente caduta nella forza dell’industrializzazione, nell’era dell’high-tech, nelle grandi vetrate giapponesi, e i parcheggi hanno sostituito le tradizionali case della città.

Magnifici templi e santuari, perfetti giardini, e la ricerca dell’arte tradizionale riporta alla ricchezza della vita del passato. È stato proprio a Kyoto che l’influenza asiatica, soprattutto cinese, è stata profondamente assimilata, raffinata e reinventata nella cultura tipicamente giapponese che esiste oggi.

Per oltre 1.000 anni, 794-1868, Kyoto è stata la capitale del Giappone. Dal 794 fino alla fine del XII secolo, la città fiorì. La cultura giapponese cominciò a crescere indipendentemente dall’influenza cinese e a sviluppare le proprie caratteristiche.

Le costruzioni in legno abbinate ai due nemici storici del Giappone, incendi e terremoti , non ha lasciato traccia degli edifici di questo periodo. Ne è un esempio il Palazzo Imperiale che bruciò 14 volte in 122 anni. Ma accanto ai disastri naturali, bisogna aggiungere le lotte per il potere e le guerre che distrussero il paese fino al XVII secolo.

Tale era il declino della città di Kyoto, che un secolo più tardi la capitale e la corte imperiale furono trasferite a Edo, l’attuale Tokyo, salvando così la città dai bombardamenti della II Guerra Mondiale.

I periodi ideali per visitare Kyoto sono in primavera, quando sbocciano i fiori di ciliegio, e in autunno, quando la città viene colorata da una pioggia di foglie.

Durante il viaggio a Kyoto potete fare una moltitudine di cose, che si tratti di shopping, sight-seeing, o semplicemente per godervi il vostro tempo, riuscirete a trovare qualcosa da fare a Kyoto.

La città offre grandi negozi e centri commerciali per fare spese, ma se volete qualcosa di originario del Paese, provate il Nishiki Market. Si trova in una parte molto antica della città, ed è coperto con un tetto molto colorato, che produce spettacolari giochi di luce all’interno.

Il sight-seeing è d’obbligo durante un viaggio a Kyoto. Se perdete i numerosi templi che punteggiano il paesaggio di Kyoto, vi perdete il meglio. Prendendo il pullman potete vedere l’intera città e fermarvi nei templi principiali.

Uno di questi è il Tempio Kinkakuji, anche chiamato “Padiglione d’oro” perché il soffitto è interamente ricoperto d’oro. Un altro tempio da vedere è il Kiyomizudera, che significa “il tempio di acqua pura”, è il tempio più rappresentativo di Kyoto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *